Quanto vale il tuo profilo LinkedIn?

Quanto vale il tuo profilo LinkedIn?

Condividi l'articolo:

LinkedIn non è il tuo CV online. Ma allora a cosa serve?

La domanda può avere diverse risposte, ma oggi voglio concentrarmi su una sola.

Come gli altri social network, LinkedIn si basa sulle connessioni e sulla capacità di fare rete, ma con una particolarità: è la piattaforma più indicata per il Social Selling.

Grazie all’alta presenza di esperti di settore, LinkedIn è uno strumento molto utile per la vendita di beni o servizi. Proprio per questo motivo diventa terreno fertile per aziende B2B e liberi professionisti.

Negli anni sono diverse le funzionalità che sono state implementate per venire incontro alle esigenze degli utenti, ma ce n’è una che non tutti conoscono, ma che può darti un valore davvero utile.

Il tuo.  

Conosci il Social Selling Index?

Questo indice, fornito dalla stessa piattaforma (basta andare sul link indicato e cliccare su “Get your score free” per scoprirlo), ti permette di capire se stai usando bene la piattaforma e le sue funzionalità.

La piattaforma, analizzando il tuo profilo e la tua attività, ti fornisce un valore che va da 0 a 100 che indica la capacità di vendita del tuo stesso profilo.

Le variabili sono 4:

  • Creare il brand professionale
  • Trovare le persone giuste
  • Interagire con informazioni rilevanti
  • Costruire relazioni

Ognuna di queste ha un punteggio max di 25, e la somma indica il tuo Social Selling Index! 

ssi

Questo valore può essere molto utile, e deve essere monitorato e migliorato il più possibile. Per farlo bisogna considerare alcuni aspetti fondamentali e implementarli sempre al meglio.

Vediamo nel dettaglio le 4 variabili e come migliorare il risultato di ognuna.

Creare il brand professionale

LinkedIn è la tua landing page, e per funzionare bene deve essere ben ottimizzata!

Per essere efficace al 100% il tuo profilo deve essere completo, avere un’immagine di profilo e di copertina adeguata, contenere le giuste competenze.

Ogni parte del profilo deve essere ben strutturata, e allo stesso tempo, devi dare una buona immagine di te: consigliare articoli del settore, commentare i post altrui, condividere documenti utili! Insomma, devi far capire che fai parte del settore, che sai di cosa parli, che sei affidabile.

Tutte queste azioni porteranno il tuo profilo ad essere classificato da LinkedIn come efficace, e quindi il tuo indice aumenterà.

Trovare le persone giuste

Il Social Selling Index ti dice quanto sei bravo a venderti, e per farlo bene devi farlo con il pubblico giusto. Ecco quindi che entra in gioco questa seconda variabile.

Le persone che compongono il tuo network sono in linea con il tuo profilo? Sono potenziali clienti? Fanno parte del settore giusto?

Se le risposte a queste domande sono “si” allora hai trovato le persone giuste.

LinkedIn, più di qualsiasi altra piattaforma, si basa sulle interazioni dei tuoi contatti, e se non sei interessante per loro, se non hanno fiducia in te e nelle tue capacità, allora sarai penalizzato.

Per migliorare questo indice devi essere sicuro di avere nel network persone del tuo settore, competenti e attive.

A nessuno piace avere a che fare con le persone noiose, soprattutto a LinkedIn!

Interagire con informazioni rilevanti

La qualità pesa più della quantità: questa è una regola alla base di LinkedIn.

Proprio per questo la piattaforma dà molta più importanza al tipo di contenuto che fai e non alla quantità che ne produci. I tuoi articoli, i post, i commenti, devono essere tutti in linea con il tuo profilo, la tua storia, le tue conoscenze.

Essere percepito come un esperto ti garantisce una visibilità differente, perché sono gli utenti stessi a darti questo “titolo”.

Ecco quindi che acquistano importanza i commenti che lasci, le interazioni con i tuoi post da parte del tuo network, il contributo che dai ai gruppi a cui partecipi.

Costruire relazioni

Stai costruendo bene il tuo network?

Questa variabile non vuol misurare la qualità della tua rete, ma il modo in cui la costruisci.

Stai cercando le persone giuste? Visiti i profili? Lasci un messaggio di collegamento? Queste sono considerazioni importanti da fare.

LinkedIn si basa sul networking, quindi aggiungere persone in massa senza guardare il profilo o non rispondere ai messaggi ricevuti sarà penalizzante.

Crea una vera relazione, cerca le persone adatte  e guarda il profilo. Solo così potrai essere sicuro di star creando una buona rete.

Ma a cosa serve?

Lo scopo principale di questo indice è quello di farti capire se stai lavorando bene o meno.

Essere in linea con la media di settore è sicuramente buono, ma aumentare l’indice è sempre meglio.

Secondo Linkedin infatti chi ha un SSI alto

  • crea il 45% in più di opportunità rispetto ai colleghi con SSI più bassi;
  • ha il 51% in più di probabilità di chiudere un affare
  • genera il 78% di vendite in più rispetto a chi non usa LinkedIn.

Ovviamente LinkedIn ha lo scopo di farti acquistare il pacchetto premium per migliorare il tuo indice (non stupiamoci più di tanto, devono pur sempre monetizzare).  Come ben sai io penso che non tutti abbiano bisogno del profilo premium: lavorando sulle attività di cui ho parlato puoi infatti migliorare il tuo SSI da solo, basta apportare qualche modifica alle tue attività quotidiane! 😉

Ora non ti resta che scoprire il tuo SSI, e migliorarlo più che puoi!

gif smile anna giannalia

Lascia un commento

Chiudi il menu