A chi serve Sales Navigator?

A chi serve Sales Navigator?

Condividi l'articolo:

C’è solo una domanda che tutti mi hanno fatto almeno una volta, colleghi, amici, parenti… Ma secondo te, LinkedIn Premium, mi serve?

Non esiste una risposta giusta, e nemmeno una sbagliata. Dipende, da diverse cose.

Se sei un Ricercatore per l’azienda X, non sei alla ricerca di un nuovo lavoro e non ti occupi delle assunzioni la risposta è no!

Se sei un recruiter di una grande azienda, sei in piena fase di ricerca e per la posizione ricevi centinaia di CV allora la risposta è si!

LinkedIn Premium ha molti vantaggi, utili però solo a determinate figure.

Io ho provato il profilo Sales Navigator per 6 mesi, e giuro che non ci ho cavato un ragno dal buco. Non perché siano inutili le sue funzionalità, ma perché per me, Digital Marketer, non sono fondamentali!

Ora come ora, da brava curiosa, lo riattiverei solo per scoprire tutti quelli che visitano il mio profilo!

Però non lo faccio, perché in realtà non mi serve!

Spesso, tra l’altro, sento parlare di LinkedIn Premium solo in riferimento a Sales Navigator, come se fosse l’unico profilo disponibile. Non è così.

Sono 4 i profili Premium, e ognuno risponde a determinate esigenze, ma tutti pensano che sia il Sales Navigator il più interessante. Sarà perché non conoscono gli altri?

Sales Navigator

Il profilo più usato, più discusso e più richiesto.

Se il tuo lavoro non comprende il business development questo profilo non ti serve. E probabilmente non ti serve nemmeno se sei un Marketer, o se vuoi solo fare lead generation.

Sales Navigator, come dice il nome stesso, è un ottimo strumento per i Sales!

Le caratteristiche di questo profilo sono:

  • 20 messaggi InMail per poter contattare anche chi non è tra i tuoi contatti;
  • visibilità completa sui profili che ti hanno visitato negli ultimi 90 giorni;
  • informazioni complete sui collegamenti, come cambi di lavoro o crescite professionali;
  • visibilità illimitata sui risultati di ricerca;
  • possibilità di creare liste di lead personalizzate, con l’utilizzo di filtri avanzati.

Le funzionalità sono sicuramente d’aiuto per i commerciali, che creare liste di lead personalizzate. Nonostante le funzionalità siano molto intigranti, non tutti i profili hanno bisogno di queste aggiunte!

Un Sales sa come sfruttare questo profilo: le notifiche sui cambi lavorativi possono diventare uno spunto di conversazione, i filtri avanzati possono far trovare la persona giusta da contattare, la liste delle lead permette di “conservare” i profili interessanti per poter proporre il proprio prodotto.

Allo stesso modo un CEO, un marketer o un Data quality manager non hanno bisogno di queste informazioni, perché non gli servono per gestire il proprio lavoro.

Premium business

Vuoi far crescere la tua rete per creare un personal brand efficace? Non ti serve Sales Navigator, ti serve Premium Business!

Con questo tipo di profilo potrai:

  • scoprire chi visita il tuo profilo negli ultimi 90 giorni;
  • tenerti informato sulle novità di settore, tenendo d’occhio i trend di crescita;
  • accedere alla piattaforma LinkedIn Learning per potenziare le tue skills tecniche, commerciali e creative;
  • utilizzare le 15 InMail mensili per contattare chi non è nella tua rete;
  • creare ricerche personalizzate e illimitate per scoprire i profili più interessanti.

Essendo simile al Sales Navigator, è facile confondere i due profili. La differenza fondamentale sta infatti sulla costruzione delle liste lead e la ricerca dei profili, perché Sales Navigator da la possibilità di fare ricerche molto più dettagliate in base al profilo lavorativo.

Un’altra differenza non da poco? Il prezzo! A fronte del costo mensile di 60,49€ al mese di Sales Navigator, Premium Business è attivabile a solo 45,36€. Insomma, una ricerca basata su più tag vale i 15€ di differenza? 😏

Premium Career

Sei alla ricerca di una nuova esperienza lavorativa? Questo è il profilo che LinkedIn ti propone di attivare.

Gli strumenti che possono aiutarti, secondo LinkedIn, sono:

  • mandare messaggi diretti ai recruiter, con 3 InMail disponibili al mese;
  • avere visibilità su chi visita il tuo profilo, scoprendo anche il percorso che ha fatto per trovarti;
  • lo status di “candidato in primo piano”, che ti permette di comparire tra i primi in lista per i recruiter;
  • scoprire chi sono i tuoi concorrenti per la posizione;
  • acquisire nuove competenze attraverso la LinkedIn Learning per essere ancora più competitivo!

Secondo me non è uno strumento plus necessario, ma infondo quando si è in cerca del lavoro perfetto ogni aiuto sembra giusto. Avere lo status di “candidato in primo piano” è sicuramente interessante, ma del resto puoi farne a meno.

Puoi mandare un messaggio ai recruiter aggiungendolo al tuo network, puoi già vedere come vieni trovato dagli altri con la sezione del profilo “Comparse nel motore di ricerca”, e sapere chi sono i tuoi competitor non ti da nessun vantaggio particolare. Per quanto riguarda i corsi, quelli puoi farli su qualsiasi piattaforma.

Il prezzo però non è esagerato (30,23€ al mese), soprattutto se si pensa che se hai fortuna non lo rinnoverai dopo il mese gratuito.😁

Recruiter Lite

Il nome lascia poco spazio all’immaginazione. Se non sei recruiter questo non è il profilo adatto a te!

Le funzionalità plus che offre sono:

  • 30 messaggi InMail, compreso anche l’uso dei modelli mail;
  • ricerca avanzata dei profili per trovare i candidati più adatti;
  • suggerimenti di ricerca per i profili;
  • tracking sui candidati automatico;
  • gestione unificata di tutti i candidati direttamente sulla piattaforma;
  • visibilità sui profili che ti hanno visitato negli ultimi 90 giorni.

Se hai fatto selezione del personale su LinkedIn saprai già che questi strumenti sono utilissimi! Sono esattamente quelli che servono a una figura del genere, che riuscirà così a ottimizzare tantissimo i tempi di ricerca!

Ovviamente questo strumento non si rivolge a chi saltuariamente cerca un nuovo dipendente, ma a chi fa questo ogni giorno: recruiter di grandi azienda, agenzie per il lavoro, HR di aziende di consulenza…

Anche il prezzo si sposa bene con queste figure specifiche, se cerchi un dipendente ogni 6 mesi puoi evitarti di spendere quasi 91€ al mese per il candidato perfetto! 😅

Cosa posso suggerirti?

Sicuramente hai già intuito cosa penso: se non sei un Sales o un Recruiter puoi evitarti il profilo premium.

Sicuramente poter mandare messaggi a chi non è nella tua rete è un ottimo strumento, così come scoprire chi ha visitato il tuo profilo, ma sono plus di cui puoi anche fare a meno.

Per far crescere la propria rete ci sono altri strumenti e metodi che puoi utilizzare, senza dover pagare un abbonamento Premium.

Stessa cosa per chi cerca di un nuovo lavoro. Sicuramente avere un aiuto durante la ricerca è utile, però ci sono diverse iniziative che hanno preso piede nell’ultimo periodo che ti permettono di dare visibilità al tuo profilo senza dover sottoscrivere il premium.

Cosa ne pensi? Sei d’accordo con me o credi che Premium sia adatto anche ad altre “categorie”? Fammelo sapere 😉

Lascia un commento

Chiudi il menu